topBanner

Il CRL della FSI sostiene la candidatura italiana per i Mondiali.

Campionati Mondiali Dilettanti di chessboxing: è iniziata la campagna per cercare supporto alla candidatura italiana. Volfango Rizzi, in rappresentanza del movimento del chessboxing italiano, nel pomeriggio dell’11 gennaio 2020 presso la sede del CONI Regionale a Milano, ha incontrato il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lombardo della FSI (Federazione Scacchistica Italiana) ottenendo un appoggio istituzionale per cercare di ottenere i Campionati Mondiali in Lombardia nel 2020.

Nell’anno in cui la FSI festeggia il centenario della sua fondazione (fondata a Varese il 20 settembre 1920), avere in Italia i Campionati del Mondo di scacchipugilato sarebbe un ulteriore modo di celebrare l’anniversario. Presenti all’incontro erano il Presidente del CRL Pietro Barrera, il Vice-Presidente Osvaldo Merlini, i consiglieri Ercole Battistini, Alessandro Bossi, Gianfranco Dragoni, Andrea Gori, Marco Simone oltre al Fiduciario Regionale degli arbitri Michele Gisolini.

coni-crl-bassa

Da sinistra a destra: Dragoni, Bossi, Merlini, Barrera, Rizzi, Simone, Battistini, Gisolini e Gori.

 

Nonostante la World Chess Boxing Organisation debba ancora rendere pubblici i termini del bando per poter inviare la candatura per organizzare i Mondiali (dovrebbe aprire il bando nella prima decina di febbraio), in Italia si lavora già dall’11 novembre – quando si è fatta richiesta formale al CRL di un incontro istituzionale – alla formazione di un comitato organizzativo per portare avanti la candidatura italiana.

I membri del CRL si sono detti contenti se, ai festeggiamenti scacchistici del 2020, si riuscisse anche ad avere la disputa dei Campionati Mondiali in Italia. Diversi di loro hanno suggerito potenziali sedi per lo svolgimento del Mondiale e, lo stesso presidente Barrera ha dichiarato che si adopererà per sondare sull’utilizzo di una specifica sede nei pressi di Milano Linate. Si auspica anche che qualche consiglio comunale italiano si faccia avanti dicendosi interessato ad ospitare tale evento.

Il fiduciario Gisolini si è informato sul tipo di formazione necessaria per arbitrare lo scacchipugilato per verificare, nel caso si vinca il bando, se tra gli arbitri di scacchi lombardi ve ne fossero di interessati ad arbitrare, le riprese di scacchi, ai mondiali. Volfango Rizzi ha brevemente parlato dell’esperienza di aver arbitrato ai mondiali in Turchia dello scorso mesebassa-coni e ha porto come dono ai consiglieri copie della rivista SPQeR.

Al termine dell’incontro, tenutosi presso gli uffici del CRL, sono state scattate alcune fotografie per suggellare il viaggio comune per vincere il bando per organizzare i Campionati del Mondo.

Quindi oltre al supporto a livello centrale da parte della Federazione Scacchistica Italiana, lo scacchipugilato trova anche un consiglio regionale, quello lombardo, compatto a sostegno della prossima candidatura italiana.

Questo è il primo di una serie d’incontri istituzionali pensati per creare supporto attorno alla candidatura italiana e, inoltre, a creare un Comitato Promotore che possa dare impulso a questa proposta lombarda.

 

Articolo previo: Il Presidente FISP incontra il Presidente FSI.

 

Condividi questo post

articoli correlati

Lascia un Commento

© 2020 F.I.S.P.. Tutti i diritti riservati.
· Designed by Baselivigno
Visit Us On FacebookVisit Us On Twitter